Il BLOG

News ed approfondimenti di Edeanna Scriboni

La certificazione energetica

La certificazione energetica (APE) è indispensabile per ogni pratica immobiliare di acquisto o vendita.  La certificazione attesta il rendimento energetico dell’immobile, ovvero il fabbisogno di energia necessario per la sua climatizzazione, considerando la climatizzazione estiva ed il riscaldamento invernale, l’illuminazione, la ventilazione, l’uso dell’acqua calda.

La certificazione energetica è obbligatoria dal 2013 (D.P.R. 75/2013) per:

  • locazione di immobili di durata superiore ai 30 giorni
  • compravendita di immobili ad uso residenziale
  • donazioni e trasferimenti anche a titolo gratuito

La certificazione energetica identifica parametri standardizzati che considerano la localizzazione e la posizione dell’immobile, l’isolamento termico, i vari impianti al servizio dell’immobile. Nell’APE il rendimento energetico dell’immobile viene espresso come indice di prestazione energetica annua in kWh/m2 o kWh/m3 e vi sono indicazioni utili a migliorare questo indice con interventi sull’immobile e sugli impianti.

Se non vengono fatti interventi che possono far variare il rendimento energetico dell’immobile L’APE vale 10 anni ma devono comunque essere fatti dei controlli periodici. L’APE deve essere redatta da un tecnico abilitato come da D.P.R. 75/2013. Non serve l’APE se il contratto non necessita di registrazione, come ad esempio per box e cantine, o per fabbricati isolati con superficie inferiore ai 50 metri quadri ed edifici agricoli non residenziali.